Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

PROCEDURE COMPORTAMENTALI CASO NEVE

PROCEDURE COMPORTAMENTALI CASO NEVE

COMUNE DI GUARDISTALLO

 

PROCEDURE COMPORTAMENTALI IN CASO DI NEVE

 

Presentazione

Queste procedure, predisposte dalla Amministrazione, definiscono l’insieme di attività da adottare per garantire la messa in sicurezza e la transitabilità delle strade quando si preveda il verificarsi o l’insorgere di eventi climatici che comportino l’accumulo al suolo di uno strato nevoso (in media superiore ai 5 cm) e/o la possibilità di formazione di ghiaccio.

I lavori si suddividono in due ambiti principali:

- lavori di sgombero neve, consistenti nella movimentazione della massa nevosa che ricopre le strade e gli spazi pubblici, mediante l’impiego di risorse proprie dell’Ente e di mezzi in appalto;

- lavori di trattamento antighiaccio del fondo stradale, consistenti nello spargimento di adeguate quantità di sale o miscelature con inerti o composti, mediante appositi veicoli o manualmente per alcuni tratti viari (ad es. marciapiedi, scalinate, aree pedonali ecc.), al fine di contrastare la scivolosità e la pericolosità per il transito sia veicolare che pedonale.

 

Considerazioni operative

L’esperienza degli scorsi anni, derivante anche da un ciclo meteorologico non favorevole, ha evidenziato alcune difficoltà legate a particolari fasce di orario e di viabilità che possono essere risolte solo con il contributo di tutti. E’ infatti evidente che l’Ente pubblico deve stilare una graduatoria di priorità su vari livelli, privilegiando in prima battuta le strade a maggior scorrimento e gli accessi ai servizi pubblici o privati di natura pubblica (ad esempio, per l’uscita dei mezzi di soccorso) e quindi, a cascata e successivamente, la viabilità interna. Lo sgombero degli accessi privati - come in qualsiasi altra realtà amministrativa - resta invece a carico dei privati proprietari.

Sempre facendo tesoro dell’esperienza e delle criticità riscontrate nel passato, le presenti indicazioni  costituiscono una razionalizzazione delle procedure, volte sperimentalmente ad un miglioramento della qualità e della tempestività del servizio, servizio a cui sono chiamati anche i cittadini con suggerimenti ed indicazioni.

Il servizio sgombero neve consiste nella pulizia del territorio comunale mantenendo, per quanto possibile, un’adeguata viabilità che garantisca, in via prioritaria, il movimento dei mezzi pubblici sugli itinerari principali e la percorribilità dei marciapiedi con particolare attenzione agli incroci, nonché degli spazi prospicienti gli edifici pubblici.

La responsabilità della rimozione della neve e del ghiaccio dai marciapiedi e nelle strade antistanti le proprietà private è attribuita, secondo apposita ordinanza sindacale ai frontisti.

Sono escluse dal servizio sgombero neve, da parte dell'Amministrazione

Comunale le strade private/vicinali, la cui percorribilità è da considerarsi a carico dei proprietari.

Le effettive condizioni che si possono creare a seguito di una precipitazione a carattere nevoso sono purtroppo non prevedibili in quanto connesse a fenomeni naturali la cui severità dipende da molteplici fattori, quali per esempio: la temperatura e lo stato del suolo (asciutto, bagnato, ghiacciato, non ghiacciato), la temperatura atmosferica e della neve durante la precipitazione e nelle fasi immediatamente successive alla stessa, l’intensità e durata della precipitazione, il periodo e l’orario in cui si manifesta, lo stato del traffico veicolare ad inizio precipitazione, etc.).

Conseguentemente le modalità operative di effettuazione dell’intervento devono essere di volta in volta adattate e modificate per rispondere al meglio ad esigenze correlate alla effettiva tipologia, intensità e persistenza del fenomeno meteorologico da contrastare, nonché al periodo e momento in cui lo stesso si manifesta.

Tuttavia, al fine di rendere disponibili delle linee guida da seguire ed utilizzare come riferimento, di seguito si riporta le modalità operative individuate

Attivazione

La gestione delle procedure è di competenza dell’Ufficio Tecnico Comunale, che si coordina con l’Ufficio unico di Protezione Civile  che coordina l’allertamento e la gestione dei Volontari e dei soggetti privati, che svolgono funzioni di supporto alla macchina comunale.

La Regione Toscana  ha suddiviso il suo territorio in “Zone di Allerta”

Guardistallo rientra nell’area “C2” (Val di Cecina).

Facendo riferimento ad esse, il Centro Funzionale Regionale emette una serie di avvisi di allerta meteo specifici, con il compito di associare le precipitazioni osservate o gli stati idrometrici previsti alle condizioni dei precursori individuati negli scenari di rischio.

I livelli di criticità ed i relativi interventi connessi sono:

A) In tempo di “pace” o comunque al termine dell’evento (LIVELLO DI CRITICITA’ ORDINARIA)

  • · Attento monitoraggio della situazione e dell’evoluzione, anche attraverso i “siti” meteo accreditati;

B) Prima che nevichi o geli (LIVELLO DI CRITICITA’ MODERATA)

  • · Annuncio di possibili nevicate e/o gelate con preavviso 12/24 h sulla zona da parte del servizio meteorologico della Regione Toscana tramite l’invio di fax o attivazione mediante SMS da parte della Protezione Civile della Provincia di Pisa o altro organo preposto da Legge;
  • · Il responsabile del “sito istituzionale” provvederà alla pubblicazione delle criticità presenti sul territorio, e degli avvisi circa le condizioni meteorologiche date dagli avvisi meteo;
  • · Controllo diretto da parte dell’Ufficio Tecnico Comunale o su segnalazione dell’Ufficio unico di Protezione Civile;
  • · Predisposizione di una congrua scorta di sale o composto antighiaccio e delle attrezzature pienamente funzionali e funzionanti;
  • · Verifica e monitoraggio dello stato delle strade per rilevare i primi segni di gelate, anche in assenza di precipitazioni;
  • · Fase in cui sono posti in allerta l’Ufficio Tecnico Comunale e l’Ufficio unico della Protezione Civile,  per l’eventuale attivazione e coordinamento dei Volontari.

C) All’inizio della nevicata e/o della gelata (LIVELLO DI CRITICITA’ ELEVATO)

  • · Per evitare danneggiamenti al manto stradale, i mezzi spartineve intervengono al raggiungimento dell’altezza di 5 (cinque) cm. o su indicazione dei Responsabili individuati. Analogo intervento è previsto nel caso di gelate o brinate in presenza persistente di temperature rigide, per prevenire e/o eliminare l’insidioso fenomeno del ghiaccio;
  • · Il Sindaco o l’Assessore delegato prendono contatti con i Dirigenti Scolastici per valutare la continuità o la chiusura del servizio scolastico (qualora la nevicata avvenga nella notte o in prima mattinata) o definire provvedimenti correlati alla situazione in atto;
  • · Il  Sindaco o l’Assessore delegato comunica le informazioni sull’apertura/chiusura degli istituti scolastici (per attuare o meno operazioni di spalatura degli accessi); Il responsabile del sito istituzionale provvederà alla pubblicazione delle criticità presenti sul territorio, e degli avvisi circa le condizioni meteorologiche date dagli avvisi meteo;
  • · Il Responsabile del Servizio Segreteria rende note le decisioni assunte da  Sindaco o Assessori circa la chiusura o meno degli istituti scolastici;
  • · L’Ufficio Tecnico Comunale in collaborazione con l’Ufficio unico di Protezione Civile provvederà al monitoraggio delle condizioni sul territorio, eventualmente a turnazione anche in giornata festiva o in orarionotturno, al fine di attivare per tempo non solo i servizi di sgombero neve, ma pure, se necessario, ogni altro mezzo ritenuto opportuno appartenente ad eventuali ditte in appalto per lavori stradali o ogni altra ditta individuata e contattata in caso di urgenza per eventi eccezionali, anche in seguito o in relazione a temperature particolarmente rigide che favoriscano la formazione del ghiaccio sul suolo pubblico;
  • · La Polizia Municipale dell’Unione Colli Marittimi Pisani, svolgerà un’attenta attività di monitoraggio sul territorio al fine di segnalare eventuali criticità, supportare la viabilità dei mezzi spartineve e spargisale, nonché vigilare sullo stato generale della viabilità;
  • · L’Ufficio unico  di Protezione Civile attiverà i Volontari per il supporto all’attività di sgombero ed ogni altra operazione ritenuta utile;
  • · L’Ufficio Tecnico Comunale si configura altresì per la funzione di organizzazione e di indirizzamento delle forze e delle risorse operanti sul territorio;
  • · L’intervento si configura in alcune azioni (elencazione non esaustiva):
  • · sgombero della neve dalla sede stradale e dalle aree indicate per garantire la circolazione stradale e la messe in sicurezza;
  • · ammassamento laterale (qualora la neve al suolo non sia particolarmente abbondante);
  • · spargimento di sale o miscelato o composto antigelo;
  • · pulizia delle aree pubbliche, delle aree e dei marciapiedi di accesso ai pubblici servizi, degli spazi privati di persone con particolari bisogni (anche su segnalazione dei Servizi Sociali);
  • · controllo, delle segnalazioni relative al pericolo derivante da crolli, su aree pubbliche, per eventuale accumulo di neve sui tetti, sui rami, su strutture pericolanti;
  • · controllo e disbrigo della sede stradale da eventuali alberature e/o ramaglie o elementi caduti;
  • · aiuto ai cittadini in difficoltà perché ammalati, anziani, disabili o in particolari situazioni anche temporanee di necessità.

 

Edifici scolastici

Il personale operante nelle scuole,  dovrà autonomamente provvedere con priorità assoluta allo sgombero dei marciapiedi prospicienti i fabbricati ed a liberare idonei passaggi al fine di consentire il regolare accesso agli studenti. Unicamente in caso di manifesta impossibilità e secondo una priorità di interventi definita in accordo con gli Uffici Comunali, il servizio potrà essere effettuato da altri operatori che agiranno comunque unicamente sulle aree esterne. Inoltre in caso di precipitazioni importanti si prevede che:

  • · potrà essere sospeso il trasporto scolastico;
  • · il personale docente dovrà garantire assistenza agli alunni fino all’arrivo dei genitori o di loro delegati;
  • · il personale non docente dovrà garantire l’agibilità e la funzionalità ivi compreso l’accesso alla struttura (spazzamento e salatura dei vialetti di ingresso alle scuole). Per tale funzione ogni plesso scolastico sarà dotato dall’Amministrazione di sacchi di sale e pale da neve;

 

Edifici comunali e pubblici

Laddove esiste custodia o comunque personale dipendente dell’Amministrazione comunale e pubblica, debitamente formato ed equipaggiato di D.P.I. (Dispositivi di Protezione Individuale) e attrezzature necessarie, il servizio relativo allo sgombero dei marciapiedi prospicienti gli edifici pubblici e delle aree interne, dovrà essere svolto autonomamente senza ausilio esterno. Unicamente in caso di manifesta impossibilità e secondo una priorità di interventi definita in accordo con gli Uffici

Comunali, il servizio potrà essere effettuato da altri operatori che agiranno comunque unicamente sulle aree esterne.

 

Modalità di Intervento Squadre Volontari

Le squadre dei volontari saranno attivate con apposita convenzione e procedura. Tali squadre verranno impiegate in tutte quelle operazioni di supporto, a seconda degli uomini e dei mezzi che saranno messi a disposizione. Il coordinamento verrà svolto direttamente dall’ufficio Tecnico  nonché dall’Ufficio unico di Protezione Civile.

  

COMPORTAMENTO DEI CITTADINI

 

Nella gestione operativa della emergenza neve sono coinvolti diversi attori ed anche i cittadini sono chiamati a giocare un ruolo altrettanto importante, perché gli interventi potranno essere più efficienti ed efficaci con la collaborazione di tutti… considerando poi che le presenti indicazioni sono uno strumento sempre perfettibile. In una situazione di emergenza, piccola o grande che sia, spesso è necessario modificare le proprie abitudini e cercare di contribuire, anche nel proprio interesse, al ripristino delle condizioni normali. Nel caso di nevicate di entità superiore a circa 5 cm, i cittadini devono pertanto rispettare le seguenti norme:

  • · tenersi informati sulle previsioni e sulla evoluzione del tempo a scala locale anche attraverso il sito istituzionale del Comune;
  • · avere disponibile in ogni stabile ed in ogni struttura pubblica, oltre al sale, almeno un badile o una pala da neve;
  • · evitare di ricorrere all’uso dell’automobile se non in casi stretta necessità;
  • · munire i propri automezzi di catene o pneumatici da neve;
  • · adeguare la velocità del veicolo in base alla stato delle strade e del traffico;
  • · non abbandonare le proprie autovetture nei varchi creati per consentire i passaggi pedonali;
  • · non abbandonare le proprie autovetture sulla pubblica via in modo tale da ostacolare il libero transito anche dei mezzi spalaneve;
  • · parcheggiare le automobili all’interno delle proprie aree private, onde consentire un’efficace e rapido intervento di sgombero neve e/o spargimento sale;
  • · la neve proveniente dalla sgombero delle proprietà private deve essere diligentemente ammucchiata sull’area privata, evitando di gettarla sulla pubblica via;
  • · durante e dopo le nevicate, i proprietari o conduttori degli immobili a qualunque uso adibiti, devono provvedere a tenere sgombero dalla neve il marciapiede antistante gli immobili o, quando il marciapiede non esiste, uno spazio di larghezza non inferiore a mt. 1,50 per tutto il fronte degli edifici o delle recinzioni lungo le vie ed aree pubbliche;
  • · in caso di nevicate lo sgombero della neve e di eventuali accumuli di neve, provocati dal passaggio dello spazzaneve sulla pubblica via davanti agli stabili ed accessi sulle proprietà private, deve essere eseguito a cura dei proprietari;
  • · in caso di gelo i proprietari degli immobili o i conduttori provvederanno a cospargere sui passaggi antistanti gli immobili, sale ed altro materiale atto ad evitare pericolo ai pedoni;
  • · riparare tempestivamente le perdite delle grondaie che possano causare tratti ghiacciati di strada pubblica;
  • · al fine di evitare problemi ai mezzi sgombraneve e a tutti gli altri mezzi che dovessero circolare sulle strade comunali, in particolar modo a quelli di emergenza, i privati proprietari di particelle, su cui vi fossero piante i cui rami insistano sulla strada pubblica, sono tenuti a operarne il taglio almeno per la parte ingombrante. In caso detta operazione non sia eseguita dal proprietario provvederà il Comune salvo inviare la relativa nota spese a carico del proprietario inadempiente;
  • · è fatto obbligo, nel caso di mancato ritiro dei sacchi dei rifiuti o del mancato svuotamento del bidone della raccolta differenziata, di ritirare i propri contenitori o sacchi dagli spazzi pubblici.

 

Modalità Corretta Per L’utilizzo Del Sale

E’ utile sapere che il sale può essere usato per intervenire su formazioni di

ghiaccio di limitato spessore. E’ consigliabile, quindi, intervenire preventivamente con salature ove ci siano preavvisi di formazione di ghiaccio tenendo presente che il sale non produce effetti in presenza di eccessivi spessori di ghiaccio e/o in presenza di temperature troppo rigide inferiori ai 10°.

In caso di forti nevicate in atto, togliere prima, quasi completamente, la neve e spargere il sale sul ghiaccio rimasto. Il quantitativo di sale deve essere proporzionale allo spessore di ghiaccio o neve da sciogliere: esempio con un Kg di sale si possono trattare 20 metri quadrati di superficie. Attenzione che l’abuso potrebbero danneggiare le pavimentazioni.

Non usare acqua per eliminare cumuli di neve e ghiaccio soprattutto se su di essi è stato precedentemente sparso il sale.

 

Proteggere La Propria Rete Idrica

Chiedere al proprio gestore del servizio idrico le necessarie informazioni per la protezione della rete idrica da possibili ghiacciate;

Proteggere il proprio contatore da possibili ghiacciate, utilizzando materiali isolanti.

 

Guardistallo gennaio 2017

 

 

Allegato AVVISO CITTADINANZA neve (75,00 KB)
Allegato PROCEDURE COMPORTAMENTALI IN CASO DI NEVE (151,50 KB)

Tags: -